La Luna al Guinzaglio in collaborazione con ArtiVarti
Di Gioia Battista
Con Martina Boldarin
Regia di Elisa Risigari
Scene e costumi di Chiara Barichello
Disegno luci di Carlo Visintini
Sonorizzazioni di Guido Bertolino
Con la collaborazione di Maurizio Bressan
Foto di Daniele Iurissevich
Video Action Studio

 

IL CORPO CHE PARLA

Spettacolo sulla violenza contro le donne.

“La parola femminicidio riempie ormai la nostra quotidianità.
Storie che si assomigliano, vite spezzate da gelosie, rancori, odi sopiti.
Questo spettacolo non vuole affrontare i ‘perchè – ingiustificabili – di questo gesto, è invece una soggettiva della vittima.
È il suo corpo che parla, attraverso i segni che la vita e la morte hanno lasciato, e racconta cosa è successo, fino all’ultimo respiro.”
Uno spettacolo, nonostante tutto, che difende l’amore. Quello vero. Per la vita.
Quell’amore che non si deve mai associare alla parola “troppo”. Perché il “troppo amore” non è già più amore, ma una distorsione.
Senza pietismi o piagnistei, senza guerre rancorose, senza aggiungere violenza a violenza ma nell’incredulità di chi ama e non sa capacitarsi che la massima privazione, quella della vita, possa avvenire proprio per mano di chi diceva di amare.
Uno spettacolo poetico, delicato e forte allo stesso tempo, perché contrappone in ogni sua piega, fra ricordi e sogni infranti, la pienezza di una giovane vita, che ormai non è più vita.
E lo sguardo dolce e, incredibilmente, ancora innamorato, della protagonista va a scoprire a poco a poco quanto le è successo. Essere trattati come spazzatura. Diventare spazzatura. Un paradosso. “Eppure lui diceva di amarmi”.

TESTO VINCITORE DEL PREMIO MONZANI 2017 – EX PREMIO CANDONI
Motivazione del premio
Il progetto nasce in occasione della prima edizione del premio di drammaturgia «Anima e corpo del personaggio femminile» dedicato ad Adriana Monzani e indetto dall’Associazione Candoni. L’esigenza di raccontare uno dei temi più attuali della società in cui stiamo vivendo, e la necessità di farlo ponendo la centralità sulla vittima. Il testo è stato scelto tra i finalisti, e ha successivamente vinto il premio con il giudizio unanime della giuria.
Dalle motivazioni del Premio: “Il testo affronta un argomento di drammatica attualità senza cadere nel cronachistico, con un linguaggio semplice ma, al tempo stesso, di profonda verità e potenza evocativa, in una struttura drammaturgica dal ritmo incalzante che rimanda al genere noir. E di grandi potenzialità sceniche, tutte da esplorare.”

 

Contatti e informazioni:
info@lunalguinzaglio.com
tel: 3475064373
tel: 3383393686

×

Ciao!

Per informazioni o iscrizioni seleziona un contatto e avvia una chat WhatsApp o scrivi a: info@artivarti.it

× Informazioni