Step

Scuola Teatro Educazione Portogruaro

Da ormai sei anni, l’Associazione ArtiVarti in collaborazione con gli Istituti Scolastici di Secondo Grado del Portogruarese, porta avanti il Progetto STEP (Scuola Teatro Educazione Portogruaro) che consiste in un percorso scolastico laboratoriale extracurricolare curato dagli operatori di ArtiVarti e nella realizzazione di una Rassegna teatrale, con la collaborazione del Comune di Portogruaro e della Fondazione musicale S.Cecilia,   che si conclude con la presentazione degli spettacoli che nascono durante il laboratorio al Teatro Luigi Russolo

Ogni anno viene proposto ai ragazzi un tema particolare, che sia spunto di riflessione e creazione di consapevolezza in merito a determinate problematiche personali degli studenti e riguardanti la società e l’ambiente che ci circonda. Alcuni esempi: diritti e legalità, le paure, l’inferno inteso come inferno che ciascuno porta dentro, la tecnologia, il cyber bullismo, il razzismo. Riteniamo che il Teatro svolga un ruolo fondamentale nella funzione sociale e civile nella nostra comunità. Il teatro come “scuola” per l’uomo, per le sue possibilità espressive, per la sua capacità di attivare la partecipazione ed offrire interpretazioni e punti di vista “laterali” sulla realtà che viviamo.

Il laboratorio teatrale, che occupa tutto l’anno scolastico, si prefigge di valorizzare la dimensione emotiva e creativa dei ragazzi, che spesso non trova spazio nel sistema scolastico, in modo che essi costruiscano consapevolmente competenze e strumenti per il raggiungimento del proprio benessere, inteso come sfondo necessario a qualsiasi tipo di apprendimento significativo. I percorsi ideati intendono integrare l’apprendimento di tipo curricolare, estremamente strutturato in forme e percorsi logici, con la “dimensione estetica dell’apprendimento”,  intesa come universo simbolico e linguaggio che rappresenta la realtà in forme alternative rispetto alla scienza. Il laboratorio intende, inoltre, guidare i partecipanti, attraverso i diversi aspetti del movimento e del suono, in un viaggio finalizzato a prendere consapevolezza del proprio corpo come strumento capace di decifrare il vissuto emozionale, utilizzandolo in maniera efficace e piacevole nella comunicazione e nella relazione con l’altro da sé.

Si intende così recuperare il valore formativo del gioco, mezzo attraverso il quale si sviluppano le capacità sensoriali, motorie espressive e socio–affettive; infatti, l’espressione artistica ha in comune con il gioco l’importante funzione di esprimere non solo la vitalità creativa e compositiva, ma anche le forze e i conflitti che si agitano nella dimensione emotiva profonda della persona con valore conoscitivo e liberante. Ne deriva un’attenzione particolare all’uso del corpo e al suo movimento, che aiuta la conoscenza di sé stessi ed è mezzo di interiorizzazione delle caratteristiche spazio- temporali. Nel contempo suoni, canto, ritmo, espressione corporea e recitazione offrono spunti che permettono al ragazzo di passare dal gioco all’attività di impegno, dal personale al collettivo, dall’irrazionale al logico, con continui passaggi dal reale alla fantasia, senza mai perdere, comunque, il controllo di entrambe le dimensioni.

STEP 2019/20 + -

Per l’anno scolastico 2019/2020 ArtiVarti propone come tematica “La disabilità” per parlare di inclusione, rispetto e tolleranza. Il progetto “Davanti le quinte – Immaginabili” realizzato grazie alla Regione Veneto si fonda sulla convinzione che la diversità non è, e non può essere considerata, come un elemento di discriminazione, ma occasione di incontro e arricchimento reciproco

L’obiettivo è la sensibilizzazione al tema della disabilità, educazione all’inclusione e all’integrazione e alla diversità. L’utilizzo dello strumento artistico permette in modo adeguato, naturale e diretto di far emergere le diverse abilità di ciascuno e dà spazio alla costruzione di relazioni tra pari vere ed autentiche così da rompere le differenze tra diversamente abili e normodotati per dare spazio alla condivisione delle abilità personali, le differenti abilità. Ognuno offre la propria abilità e nel contempo apprende dall’altro arricchendo il proprio saper fare favorendo la relazione e l’inclusione.

STEP 2018/19 + -

I laboratori dell’anno scolastico 2018-2019 intendono indurre gli studenti a operare una riflessione profonda sul tema dell’eroe, non solo e non tanto inteso in senso mitologico, ma in particolare calato nella realtà quotidiana individuale e nelle problematiche del mondo e della società contemporanea. Partendo sicuramente dagli stereotipi mitologici, dai super eroi dei fumetti, dei cartoon, del cinema, gli operatori di Artivarti, in collaborazione con la referente e con gli insegnanti che lo desiderassero, intendono guidare gli studenti a conoscere e a misurarsi con lo stereotipo, a smitizzarlo, a umanizzarlo, a reinterpretarlo, talora ribaltandone la prospettiva di osservazione, in maniera personale, individuale e collettiva, ma moderna. La riflessione è volta a fare in modo che gli studenti riflettano sui propri modelli e li valutino alla luce di un percorso finalizzato a fornire strumenti critici per l’osservazione di sé e della realtà che li circonda.

×

Ciao!

Per informazioni o iscrizioni seleziona un contatto e avvia una chat WhatsApp o scrivi a: info@artivarti.it

× Informazioni