Mia carissima Noretta

di Max Bazzana
con Stefano Rota, Martina Boldarin, Laura Vio, Tommaso Vidus Rosin e Max Bazzana

Il 09 Maggio del 1978 il corpo di Aldo Moro viene trovato in una via della capitale, dentro il bagagliaio di una Renault 4 rossa, fra l’incredulità di molti e l’euforia di altri.

Mia carissima Noretta, la prima produzione di ArtiVarti, racconta gli anni di piombo, la storia del sequestro e dell’assassinio di Aldo Moro, le scelte politiche, le lotte operaie, gli scontri studenteschi, e si domanda cosa sappiano le generazioni nate troppo tardi per averne memoria storica.

Si scopre così la figura di Aldo Moro, attraverso alcune sue lettere scritte durante la prigionia, e il lato nascosto e più significativo dei protagonisti, il loro lato umano ed affettivo, liberandosi dal sensazionalismo delle possibili verità, più o meno misteriose e affascinanti, sul caso Moro.

In scena sono presenti 3 cubi neri e 55 lumini, uno per ogni giorno del sequestro, che verranno spenti nel corso della narrazione fino al raggiungimento del drammatico epilogo.

La musica eseguita dal vivo (tastiera e tromba) e i video originali in bianco e nero ci aiutano ad immaginare e a rivivere le atmosfere di quegli anni.

Scarica la scheda dello spettacolo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: